Microdistanze

20 febbraio 2018 § Lascia un commento

Hai della musica da farmi ascoltare?

Per fermare il rumore del vuoto?

Hai un vinile pieno di scricchioli?

Graffiato e malmesso e pur ritmico e ansante?

Ieri ho sentito il risvolto

Di non saper coprire le distanze

Di non riuscire a riempire il tuo vuoto.

Ieri ho sentito lo spazio infinito che manca

Tra le nostre pelli combacianti.

Pronto a salpare

non so che mi trattiene

Sulla sponda del mare

Ad ascoltare il silenzio

Nascosto in una conchiglia

Baciata dal vento

E non da me

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Microdistanze su danielecasolino.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: