Ventidue

5 novembre 2014 § Lascia un commento

danielecasolino

Mamanonmamamamanonmama…. il petalo paro porta la verità, porta l’accettazione, il disparo porta l’illusione di un sorriso e un battito in più, una controsistole illogica e irregolare a regalare il sorriso di un’illusione. Questo è il settimo negozio di cinesi che depredo nell’ultimo mese, compro sempre il solito mazzo di gerbere in tessuto rosa confetto, quelle con lo stelo in fil di ferro. Le compro cambiando negozio ogni volta sperando che l’impossibile accada. Sono gerbere fabbricate in Cina tutte dalla stessa azienda, dalle stesse mani incallite delle stesse schiave curve. Hanno tutte sempre ventidue petali rosa confetto. Perfette come solo le imitazioni cinesi di fiori finti italiani sanno essere. Ventidue petali e dopo undici ritornelli l’ultimo è sempre quello della verità e dell’accettazione. Non m’ama. Non si può sbagliare. È matematico. Ed è per questo che io mi ostino a trovare l’errore, il caso che contraddice confermando la regola. Compro fiori…

View original post 97 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Ventidue su danielecasolino.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: