La febbre

13 aprile 2014 § 4 commenti

Mi sento un rammollito

Mi sento molto meno fico
Mi sento fallace
Mi sento mendace
Mi sento rejetto
Mi sento incapace
Mi sento costretto
E non mi do pace
Mi sento inadatto
A esser uno che tace
Per cui mi lamento
Di questo momento
Che per migliorarlo
Ci vorrebbe un portento
O un cataclisma
Che bruci la risma
Dei fogli già scritti
Dei libri mai letti
Che bruci nei letti
E costringa ad alzarsi
Che tolga da sotto
La sedia a ogni culo
Che tolga ogni agio
Dall’Iphone al mulo
Che sporchi le mani
Per rialzarsi in piedi
Per spingere a terra
Ogni residuo cadente
Ogni spada di Damocle
Ci blocchi la mente
Che bruci ogni casa
E si riparta da zero
Che spinga giù ogni capo
Dal proprio destriero
E dia ad ogni uomo
Il proprio destino
Non posso, non c’ero
io sono un bambino
nessuna di queste
sia una scusa permessa
E’ mattina non correre
Non è un foresta
E non sei leone,
gazzella o armadillo
Tu sei un uomo,
non senti lo squillo
d’allarme che urla
dal nostro passato?
Tu sei solo un uomo
e chi ti ha creato
sei sempre tu
che lo voglia o meno
quindi non bestemmiare
contro un comodo cielo
ma alzati e incazzati
solo contro lo scemo
che fin qui sei stato.
Brucia il passato
sia tu il cataclisma
il tifone
la lebbra
la rivoluzione
che senza la febbre
non c’è guarigione

 

Annunci

Tag:, , , , , , , , , ,

§ 4 risposte a La febbre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La febbre su danielecasolino.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: