Come figli

6 maggio 2013 § 1 Commento

Sono come foglie agitate
dal proprio stesso vento
fuscelli senza radici
deboli come figli
insicuri come figli

Urlano neri di rabbia recitata
il loro rosso di vita
che li spaventa.
Giocano ai mostri
per non aver paura
come le fiabe da figli,
paure da figli.

Il buio lo chiedono dentro,
lo cercano dentro.
Meglio il buio
che il vedere
con occhi di figli
con sogni di figli.

Figli a cui è stato negato un padre
generazioni inadulte
generanti inadulte generazioni
inadatte a generare.

Come possono i figli
mettere al mondo figli
se loro al mondo
non ci sono mai stati,
se il mondo glielo hanno succhiato via
da quelle bocche da figli
allattate da mammelle di gomma

Annunci

Tag:, , , ,

§ Una risposta a Come figli

  • CRISTIANA CONTI ha detto:

    bella rispecchia cio’ che sto pensando…e sto scrivendo un romanzo proprio dal titolo “venditori di emozioni”…..
    mi farebbe piacere scambiare opinioni in tal senso….grazie a presto!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Come figli su danielecasolino.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: