Insolente indolenza

27 settembre 2012 § Lascia un commento

Non c’è nessuna voglia nell’aria
Tutto procede indolentemente rumoroso
Insolentemente rumoroso
E le ottobrate anticipate
Di questa Roma cupa
Sanno di appiccicoso

I volti, ti volti, si voltano e vanno via
Nessuno sguardo si incrocia
Nessun incrocio di vite
Solo semafori nell’ansia del verde
E piedi nervosi a consumar frizioni
E sguardi nervosi a frizionar tensioni

Tutto è nascosto dal buio sentir comune
La bellezza eterna di queste mura
Cede impassibile al mugugno
All’aberrazione di ogni umana condizione
Come se nulla fosse,
Una soffocante temperatura percepita
Indolente e insolente

Puzzolente, strafottente, lo sei sempre stata Roma mia
Ma l’abbandono, la sconfitta
Questa insolente indolenza
Non li riconosco

E ti cerco nei visi scuri
O chiarissimi
Dei nuovi arrivati
E un sorriso spesso ci scappa
Ma i volti torvi
Rivolti ai corvi
O a qualche altro uccello jattore
O a qualche ingiuria subita e mai tradita
Mai affrontata
Compresa
Risolta
Dei tuoi romani
Non son per me

I volti, ti volti, si voltano e vanno via
Con insolente indolenza

Annunci

Tag:, , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Insolente indolenza su danielecasolino.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: