Insensatezza n.7 – Del senso dei sensi: il tatto

9 febbraio 2012 § Lascia un commento

Di quando ti incontrai ricordo la tua consistenza polposa ed elastica alla vista. La tua pelle come carezza di velluto contropelo si fece brivido e scossa infra le scapole a inerpicarsi su fino alla punta dei miei capelli. I tuoi scivolavano invece, di seta, tra le tue dita tricotillanti e avrei voluto esser tutto polpastrello, abbandonato fra il tuo pollice ed indice ad assaporarne il colore e la trama, morbidi. Il tuo odore si adagiava a carezzarmi i bronchi, passando per le narici avide, e la carezza era quasi melliflua, accomodante come un guanciale, soffice, su cui il mio respiro poteva posarsi. Il tuo sguardo invece mi toccava dritto il cuore, infilandomi violento due dita nel costato di cui potevo sentire acuta e affilata la punta delle tue unghie di vetro. Ci presentammo, ci sorridemmo e ci stringemmo la mano. La tua mi si presentò subito calda come lama nel burro e la mia sciolse il suo ghiaccio in un sudore appiccicaticcio che parlava di stupore ed ansia d’inadeguatezza. Il giorno dopo, preso a pugni il cuscino su cui dormivo per tutta la notte perché nulla poteva contro il tuo odore, nel parco, mi prendesti di nuovo la mano, ma il burro friggeva e si era fatto ormai di fuoco rovente; ci sedemmo sull’erba del prato ed ogni pungolo del terreno così naturalmente sconnesso mi riportava all’irregolarità impalpabile del tuo profilo. Le labbra si congiunsero e fu estasi di messaggi che saltavano ogni ganglio per giunger dritti al lato onirico del cervello come spilli di luce. La durezza dei tuoi denti adamantini dischiudendosi in un sospiro scivoloso mi introducevano alla ruvidezza prepotente della tua lingua. Un’ape insolente mi punse allora il naso, e non potei far altro che svegliarmi, deluso di rimanere senza nulla tra le dita; null’altro che una spigolosa realtà mi punzecchiava al posto di un sogno magico da maneggiare con cautela.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Insensatezza n.7 – Del senso dei sensi: il tatto su danielecasolino.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: