Non mia

23 agosto 2014 § Lascia un commento

Non mia, come l’aria da cui mi lascio accarezzare
Non mia come il mare la pioggia e tutta l’acqua, da cui mi faccio cullare, benedire, dissetare
Non mia come il sole, che mi fa vivo e brucia la mia pelle
Non mia, come la terra che mi nutre e mi fa uomo e muscoli e sudore
Non mia, come il cielo che mi segna il limite, l’altrove e il sogno
Non mia, come le stelle che sono desiderio e guida.
Non mia come il mondo
Ma giuro che diverrei il padrone dell’universo solo per averti.

Stavo

21 agosto 2014 § Lascia un commento

Stavo incastonando pietre muffe per inghirlandarmi il petto

Stavo rubando l’oro giocando con l’apostrofo che non tutto è loro ciò che riduce

Stavo attorcigliando frasi a coglionar pensieri

Stavo annacquando rum per far finta di bere

Stavo rinunciando ai sogni con la scusa che di notte, gente, io vivo!

Stavo correndo sempre per non pescarmi fermo

Stavo sbagliando strada per non ammettere di essermi perso

Stavo altrove per non trovarmi con me
Stavo roteando come un derviscio senza spostarmi da qui
Stavo con la testa fra le nuvole, ma il resto non la seguiva
Stavo agganciato alla fame, che mi ricorda vivo
Stavo sulla punta del mio cazzo per sentir qualcosa
Stavo e mi sto sul cazzo
Eppur mi amo
Ma questa è un’altra storia

Tutto ciò

13 agosto 2014 § Lascia un commento

Sei brontolio

poi sibilo
poi niente
e tutto
sei distanza che taglia le gambe
sei volo pindarico
sei struttura del nulla
sei caos generativo
degenerazione razionale
applauso grondante
resistenza stabile
sei can che abbaia e morde
sei ferita, ricorso, ferita, ricorso
sei violenza e gusto
sei acqua cheta
sei ponte dei sospiri
sei libertà violata
proprietà privata
gioco di sponte
rischio calcolato
potere insoluto
sei racchiusa
sei conclusa
sei infinita
selvaggiamente civile
turbine in un bicchiere
precipitato residuo a qualsiasi cosa
sei raffreddore in agosto
notte insonne addormentata
sei luna gigante
e rossa
e rosso
di tutto ciò
ti bramo
roso da tutto ciò
ti bramo

CON

11 agosto 2014 § Lascia un commento

consolami 

             conciliami 
   concedimi 
           concediti 
confrontati 
                           consentimi 
contrastami 
               contienimi 
    convergimi 
          contraddiciti 
   conturbami 
      concentrami 
concatenaci 
              concepiscici 
   condannami 
          condizionami 
              condensami 
  condiscimi 
    condiscendimi 
condividiti 
 conducimi 
       confammi 
    conferiscimi 
             confessami 
 confessati 
                       congedami 
  congelami 
       conteggiami  
   contagiami 
      contanimami 
             congetturami 
      congestionami 
          coniami
              coniugami
                 connettimi 
             connaturami 
                     connotami 
              conoscimi 
       conosciti 
  consacrati 
consegnati 
conseguimi
            consolidami
consonami     
conservami
      consultami
 consumami
         contaci
  contattami 
                    contemperami 
     contemplati 
     contendimi 
   concatenaci 
       convalidami 
   convergimi 
     convertimi 
convienimi 
    conversami 
                convocami 
     convogliami 
congiungiamoci

Scarsità

4 agosto 2014 § Lascia un commento

c’è scarsità di sonno in questa notte
c’è scarsità di te
c’è scarsità di sogno
scarsità di te
scarsità di fresco
scarsità di caldo
scarsità di stelle
scarsità di silenzio
c’è troppo silenzio
scarsità di te

c’è scarsità d’estate
scarsità di te
scarsità di notte
scarsità di te
c’è scarsità di musica
scarsità di onde
scarsità di voce
scarsità di te

c’è scarsità di me in questa notte
scarsità di te

Vuoto a perdere

23 luglio 2014 § 1 commento

Riempio il mio vuoto di cose a rendere
Come ci si riempie lo stomaco
Giusto un po’ per sopravvivere
Mentre mi piacerebbe solo
Invitarti a cena
E guardarti parlare
E ascoltarti sorridere

Riempio il mio vuoto di cose fragili
Che mi immagino possa io essere utile a proteggerle
Cose fragili come cristalli di ghiaccio
Da distruggere in un Mojito
Da pestare con menta e rabbia

Rabbia senza colore
Come il ghiaccio

Mentre mi piacerebbe solo starmene con te a bere
E sentirti scorrere trasparente come l’acqua
A riempire tutto

Riempio il mio vuoto di altri vuoti
A toglier spazio all’aria
Quell’aria vuota
Senza il tuo profumo

Mentre mi piacerebbe,
Solo

Il paradosso di Orfeo-Schrödinger

18 luglio 2014 § Lascia un commento

Il paradosso di Orfeo-Schrödinger

“Aspettami e non cercarmi, o mi vedrai sparire”

Quando per troppo silenzio ti cercai
Io non c’ero più

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.595 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: